Famiglia tuttofare in viaggio

Kangaroo Island: un’imperdibile isola dell’Australia

Kangaroo Island è situata a circa 100 km a sud-ovest di Adelaide, questa magnifica isola deve assolutamente essere visitata, è una tappa obbligata in un viaggio in Australia, è un luogo dove è proprio ancora la natura a fare da padrona, qui è possibile ammirare flora e fauna in abbondante quantità, vedere animali allo stato brado a pochi passi da voi.

Kangaroo vi sorprenderà per le sue bellissime scogliere, per i tanti animali che riuscirete ad avvistare, in assoluta libertà, per i bellissimi e profumati boschi di eucalipto, per le dune di sabbia, per le rocce rosse e l’odore del mare, per il silenzio e il buio che vi farà apprezzare l’essenza vera della natura. Un luogo dove persino le strade, che seguono l’andatura del territorio, ti affascineranno, un posto speciale!

Kangaroo Island è facilmente visitabile anche solo in due giorni pieni, è infatti solo lunga 145 km e la larghezza varia dai 54 km ai 900 metri, tagliata da due principali strade asfaltate, una che attraversa la parte nord e una quella sud

COME ARRIVARCI?

Noi siamo arrivati a Kangaroo da Cape Jervis, utilizzando il traghetto, che con circa un’ora scarsa di navigazione arriva a Penneshaw. Il traghetto si può prenotare tramite il sito dedicato https://www.sealink.com.au/ . Spesso sul sito è possibile trovare offerte sia sui biglietti per il traghetto sia per dormire sull’isola.

Nel traghetto è possibile anche imbarcare la macchina, ma tenete conto che molte auto a noleggio non sono coperte dall’assicurazione per danni causati durante la navigazione e solo Herz e Budget permettono l’imbarco (solo queste compagnie si trovano sull’isola), perciò informatevi bene prima!

Sul traghetto wi fi gratuito e la possibilità di acquistare snack e bevande, se avete bagagli ingombranti, valigie o seggiolini auto al molo verranno imbarcati su un pulmino e restituiti all’arrivo sull’isola.

Se vi chiedete come arrivare a Cape Jervis?

Ecco tre opzioni:

  • Prendete lo shuttle che parte da Adelaide, si può prenotare il biglietto e l’orario direttamente dal sito del traghetto, gli orari sono studiati apposta per coordinare l’imbarco.
  • Affittate una macchina e l’imbarcate, leggete bene solo tutte le coperture del noleggio.
  • Lasciate la vostra macchina noleggiata al parcheggio custodito a Cape Jervis, anche questo parcheggio può essere prenotato tramite sito Sealink. Arrivati a Penneshaw noleggiate l’auto, vi è un ufficio Herz a pochi metri dall’attracco.

Un altro modo per raggiungere l’isola è con un volo interno, il tragitto Adelaide aeroporto, che si trova vicino a Kingscote, è di circa 30 minuti, anche qui potrete noleggiare l’auto e partire per il vostro on the road sull’isola.

Noi abbiamo deciso di imbarcarci con l’ultimo traghetto disponibile a Cape Jervis e di affittare la macchina a Penneshaw.

Little Sahara

COSA VEDERE?

Questo il nostro tragitto in due giorni:

Primo giorno: Penneshaw, Kingscote, Stokes Bay, Fliders Chase

Secondo giorno: Fliders Chase (Admirals Arch, Remarkable Rocks), Little Sahara, Seal Bay Conservation Park, Penneshaw

Kigscote è una piccola cittadina, dove potrete trovare tavole calde, market, negozi di souvenir, sulle spiagge vicino al molo si possono vedere pellicani e otarie che sguazzano in mare.

Stokes Bay è una bella baia con sabbia bianca e mare limpido, per raggiungerla dovrete fare un piccolo tragitto fra le rocce, occhio alla bassa e alta marea. Essendo noi andati in inverno non abbiamo potuto sfruttarla, ma sicuramente con il caldo estivo deve essere un piccolo gioiellino.

Penneshaw, un’ottima base di partenza per esplorare l’isola, vicino al molo si può partecipare a tour notturno per avvistare i pinguini, ottimi gli hamburger serviti al ristorante del Penneshaw Hotel.

Fliders Chase N.P, la parte più vera ed emozionante dell’isola, occorre pagare l’ingresso al parco per visitarlo, si possono fari vari trails o visitare i siti più famosi in auto. Proprio negli alberi di eucalipto che circondano il parcheggio del Visitor Center è possibile avvistare Koala che mangiano e sonnecchiano sugli alberi, perciò occhi in alto!

Admirals Arch

Non perdete assolutamente il Remarkable Rocks, rocce di granito rosso dalle forme più bizzarre a strapiombo sull’oceano. Fate attenzione a non scivolare e rispettate le zone interdette soprattutto con bambini.

Remarkable Rocks

L’Admirals Arch, uno stupendo arco di roccia creato dal vento e dal mare che fa da cornice naturale all’oceano e alle otarie orsine che popolano questa zona. Paesaggi magici che possono essere visitati con una brave passeggiata. Per raggiungere l’arco naturale vi avvisiamo che ci sono delle scale da scendere.

 

 

Cape du Couedic Lighthouse

Cape du Couedic Lighthouse, il bel faro a pochi passi dell’Admirals Arch, purtroppo non è visitabile, ma è un’opera architettonica perfettamente incastonata nel paesaggio circostante, si gode inoltre di una bellissima e suggestiva vista sul mare.

 

Little Sahara: una zona caratterizzata da dune di sabbia bianca che proprio non ti aspetteresti in questo angolo di Mondo. Si possono noleggiare Sandboard e Taboggan per qualche oretta in allegria.

Seal Bay Conservation Park

Seal Bay Conservation Park, un parco che ospita una numerosa colonia di leoni marini. Potrete scegliere due percorsi di visita: uno con ranger, che vi permetterà di arrivare fino alla spiaggia a pochi passi dai leoni marini e ricevere molte informazioni (solo in inglese), e uno fai da te, dove in autonomia scenderete vicino alla spiaggia tramite delle passerelle, ma non potrete avvicinarvi ai leoni marini sulla spiaggia. I leoni marini si possono comunque vedere molto da vicino e guardando verso l’oceano si avvistano anche le balene.

L’isola è caratterizzata da bellissime spiagge, con sabbia bianca ed acqua cristallina, come Emu Bay e Vivonne Bay, noi, data la temperatura invernale, la pioggerella che ci ha accompagnato in alcuni momenti e il poco tempo a disposizione, abbiamo intenzionalmente non visitato, ma in estate valgono sicuramente una tappa!

DOVE DORMIRE?

Noi vi consigliamo due strutture molto belle e pulite, con personale gentile e cordiale.

Penneshaw: Seafront Kangaroo Island, a 500 mt dal molo.

Karatta: Western KL Caravan Park, a pochi metri dall’ingresso del Flinders Chase N.P. carine cabins immerse in un ben tenuto prato, circondato da piante di eucalipto. Una struttura veramente bella, dove potrete ammirare canguri e wallaby che mangiano nel prato a pochi metri da voi e osservare tanti koala nel trial adiacente alla struttura, il Koala Walk. Un modo più etico e vero di vedere gli animali dell’isola! Alla reception potrete trovare snack, acqua, carne per fare il bbq.

Western KL Caravan Park

 

 

 

 

Consigli:

Tutto chiude molto presto, i negozi già alle 17,30/18 chiudono, i pochi ristoranti max danno cena fino alle 20.30, anche gli hotel chiudono la reception presto intorno alle 19, avvisate se tardate.

Se affittate la macchina sull’isola cercate un’offerta in cui siano garantiti almeno 400 km se intendete fare il nostro tragitto.

Sull’isola bisogna sempre fare molta attenzione, specialmente dopo l’imbrunire, agli animali che ti saltano fuori all’improvviso dal ciglio della strada, purtroppo anche qui i canguri morti a bordo strada erano veramente troppi, non ci sono lampioni, quando è buio è proprio buio buio. Ricordate che in inverno, la nostra estate, fa buio molto presto, già intorno alle 17/17,30.

Sull’isola non ci sono mezzi pubblici perciò per visitarla o si noleggia una vettura o si prenota un tour guidato.

Enjoy!

Una visita all’isola costa, non è una tappa economica, ma ne vale la pena, è una piccola perla ancora grezza, dove l’uomo non ha ancora messo le mani, poche costruzioni, poche persone e tanta tanta Natura.

Francesca&Paolo

 

 

 

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: