Famiglia tuttofare in viaggio

Valle d’Aosta, itinerario di tre giorni

Sarà per il mio 25% d’origine valdostana, sarà il verde dei prati, la possibilità di lunghe passeggiate in montagna, la fontina che io adoro, la tanta storia e arte, ci sono giusto quei 22 castelli da visitare e tanti resti romani, le terme stupende di Pré Saint Didier…ma io la Valle d’Aosta l’adoro e per i bimbi la trovo veramente una bellissima e ricca meta.valle d'aosta

Vi volevamo suggerire un possibile itinerario di tre giorni mixando un po’ le tante attrattive possibili lasciando posto all’arte, alla storia e alla natura.

ITINERARIO di tre giorni in Valle d’Aosta

 

  • 1 giorno: Aosta romana e Castello di Sarre

Le origini di Aosta, Augusta Praetoria, sono romane e tutt’ora la città è ricca di tante testimonianze del suo grandioso passato.Valle d'Aosta

Ad iniziare dal perfettamente conservato Arco d’Augusto nell’omonima piazza, continuando per via Sant’Anselmo si arriva a Porta Praetoria che costituiva l’accesso principale alla città, dalla quale ancora oggi si passa. Proprio dopo il passaggio della Porta Praetoria trovate sulla destra il Teatro Romano, un imponente edificio di cui oggi rimane ancora intatta una facciata alta 22 metri. Vicino alla Cattedrale di Aosta, dal giardino che si apre su piazza Giovanni XXIII, si trova invece il Criptoportico forense, un edificio seminterrato di cui oggi sono rimaste le sue gallerie sotterranee. Alla fine del percorso del Criptoportico vi è uno schermo che trasmette un interessante video, in italiano e poi in inglese, sull’antica ed imponente struttura romana andata distrutta negli anni e di cui il Criptoportico era solo la base di contenimento e di regolarizzazione del terreno. Il Criptoportico forense non è accessibile con passeggini.

Vi è un unico biglietto a pagamento per la visita a Teatro Romano, Criptoportico, Museo archeologico regionale e Basilica di San Lorenzo (è possibile visitare  gli scavi funerari sui primi vescovi di Aosta).

Un altro edificio molto bello che vale sicuramente visitare è il complesso Sant’Orso, con la sua chiesa, il campanile e il bellissimo Chiostro, un cortile interno con portici sorretti da colonne nere impreziositi da capitelli scolpiti. La visita a tale complesso è gratuita.Valle d'Aosta

Per questa visita di Aosta tenete conto di circa 3 orette, tutte le attrazioni sono vicine e visitabili a piedi.

La Valle d’Aosta ha un patrimonio di tantissimi castelli e dimore reali perfettamente conservate, vicino ad Aosta si trova il Castello di Sarre.

Il Castello di Sarre si trova appunto a Sarre in località Lalex, 6 km circa da Aosta, e domina dall’alto di un promontorio l’ingresso verso l’Alta Valle.Valle d'Aosta

Il Castello dopo vari passaggi di proprietà fu acquistato nel 1869 da Vittorio Emanuele II di Savoia che lo utilizzò come residenza usata principalmente durante le sue battute di caccia in Valle d’Aosta. I Saloni della dimora sono molto particolari, le pareti, i soffitti sono infatti decorati da un’impressionante collezione di trofei da caccia.valle d'aosta

 

 

 

La visita è guidata e dura circa una trentina di minuti, si ripercorre la storia del castello e dei suoi abitanti con particolari sulla famiglia Savoia. Molto preparata e gentile la guida.

Prima della salita al Castello vi è un piccolo parcheggio gratuito per le vetture.

 

  • 2 giorno: Cogne, una passeggiata nel Parco del Gran Paradiso
Cogne è un piccolo paesino di montagna della Valle d’Aosta ai piedi del Gran Paradiso. Il Gran Paradiso è il parco più antico d’Italia, regalato da Vittorio Emanuele III allo Stato, protegge da anni gli abitanti del parco, gli stambecchi.
Cogne offre bellissime attrattive, potrete scegliere fra pic nic nel verde, passeggiate per arrivare a bellissime cascate o escursioni ai laghi montani, non mancano anche i parchi giochi per i bambini…un mix che entusiasmerà sia grandi che piccini!.
Se non siete mai stati in questi luoghi io vi consiglio una passeggiata nel centro di Cogne, il tipico paesino di montagna, con una bella chiesetta, la chiesa di Sant’Orso, dei bei parchi giochi per bambini con vista sulle montagne e una rilassante passeggiata nel verde lungo il sentiero che costeggia il fiume.
A pochi km poi da Cogne si trova invece Lillaz con le omonime cascate, dall’abitato bastano 10 minuti a piedi attraverso un sentiero pianeggiante per raggiungerle. Lungo il percorso troverete anche un’interessante esposizione a cielo aperto sulle rocce della valle, con annessi pannelli esplicativi.valle d'Aosta
Le cascate di Lillaz sono costituite da tre salti d’acqua del torrente Urtier e possono essere ammirate nella loro maestosità grazie a dei sentieri che le costeggiano. I sentieri sono in salita, non particolarmente faticosi, ma per i bimbi più piccini occorre un marsupio o uno zaino, soprattutto per una questione di sicurezza.
La salita dura circa un’oretta e vi permetterà di gustare in tutta la loro bellezza le cascate, salendo fino alla sommità del sentiero potrete vederle dall’alto, proprio da sopra il primo tuffo.
A Lillaz si trova anche una bellissima area attrezzata, pulita e con servizi igienici che costeggia il torrente. Ci si può gratuitamente sedere sul prato all’ombra degli alberi e gustarsi il pranzo al sacco o affittare i tavoli e il barbecue per un costo irrisorio.
Se invece visitate la zona in inverno qui vi aspettano sci di fondo o da discesa.
  • 3 giorno: Castello di Fenis e Forte di Bard

Il Castello di Fenis è un castello veramente ben conservato che dista circa un’oretta abbondante da Torino, è uno dei più conosciuti castelli della Valle d’Aosta e si trova nel comune di Fenis. Le visite sono guidate, durano circa un’ora e permettono di conoscere la storia del Castello. Gli interni sono arredati e si trovano deliziosi affreschi alle pareti, l’esterno è caratterizzato da 6 torri rotonde e 3 quadrate e da cinte murarie con torrette di guardia.

Il castello non è accessibile con passeggini.

Un’altra bella attrattiva che merita assolutamente una visita è il forte di Bard. Il Forte dista solo circa 30/ 40 minuti di macchina dal Castello di Fenis.

Il Forte di Bard è un bellissimo complesso fortificato arroccato su un promontorio che sovrasta il carino borgo di Bard.

Costituito da tre corpi di fabbrica posti su livelli differenti, appena lo vedi capisci perché era considerato un forte inespugnabile. Per salire al forte dal borgo si possono utilizzare i comodi ascensori panoramici o fare un percorso a piedi sulla storica strada carrabile, questa seconda opzione permette di ammirare il forte da angolazioni differenti, ammirare la vallata e il borgo circostante. L’ingresso al Forte  di Bard è gratuito, ad ogni area espositiva, musei o mostre, è applicata una tariffa di ingresso. Infatti all’interno del Forte potrete visitare il Museo delle Alpi, Le Alpi dei ragazzi, varie mostre e le prigioni. Sono possibili biglietti cumulativi.

 

CONSIGLI:

 

Per una visita ad Aosta vi consigliamo una sosta all’Ufficio del Turismo che ha sede al piano terra della Torre dei Signori Sancti Ursi, attaccato alla Porta Praetoria. Oltre ad una grande gentilezza vi forniranno un’utile mappa della città, brochure delle attrattive e per i bimbi dei bellissimi e formatici libricini sulla Valle d’Aosta.

Visitare castelli con bambini: per rendere le visite piacevoli ed interessanti per i bambini, fin da quando erano molto piccoli, abbiamo inventato l’escamotage di creare insieme a loro dei racconti fantasiosi che parlavano di tesori, botole segrete, cavalieri e re, in pratica abbiamo reso un po’ fiabesco il tutto ed incentivato i bimbi a cercare indizi e tracce di passaggi nascosti per accattivare la visita.

Suggerimenti su come attrezzarvi per una giornata in montagna
  • Quando si hanno figli piccoli noi suggeriamo di usare uno zaino da montagna, tipo questo, per  percorrere lunghi tragitti a piedi, soprattutto su sentieri scoscesi.
  • Noi ci portiamo inoltre sempre uno zaino da camminata, tipo questo, che tende a scaricare il peso sui fianchi, e lo riempiamo con un cambio completo per i bimbi, una maglia pesante per tutti, k-way (il tempo in montagna può cambiare rapidamente), crema solare (il sole quando c’è scotta sia in estate sia in inverno), un repellente per insetti, panini, acqua (in pratiche borracce, così può essere riempita fresca alle fontane), una coperta da posare sul prato (tipo questa che non fa attaccare gli aghi dei larici ed è impermeabile). Per tutti scarponcini da montagna, cappello e occhiali da sole.

Valle d'Aosta

La Valle d’Aosta è una regione in cui si respira pace e relax, dove si mangia bene e ben condito e con abitanti gentili e sempre disponibili, questo è stato un piccolo assaggio perché le cose da vedere e conoscere sono tante, ne riparleremo perciò sicuramente!

Francesca&Paolo

#Link affiliati

Se cercate itinerari in montagna vi consigliamo gli articoli sul Trentino Alto Adige, Trentino in family hotel o Andalo, il Trentino a misura di famiglia

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: