Famiglia tuttofare in viaggio

Western Australia da Perth a Monkey Mia

Quando si parla di Australia si pensa subito a Sydney, alla bellissima barriera corallina del Queensland, all’Ocean Drive, spesso invece il bellissimo Western Australia viene snobbato e non scelto come primo viaggio nella Terra dei canguri, niente di più sbagliato!

Il Western Australia è infatti uno Stato australiano fantastico, con una natura ancora acerba e selvaggia, una grande abbondanza di animali, qui infatti potrete tranquillamente trovarvi circondati da canguri che pascolano in libertà, fare il bagno in mare con i delfini, avvistare il famoso squalo balena o il dugongo, passeggiare in spiagge bianche e luccicanti fatte da milioni di conchiglie, ammirare un cielo stellato che non ha paragoni, assaporare la storia dei primi coloni australiani o passeggiare in luoghi surreali che abbagliano per i loro colori…vi pare poco?! Inoltre cosa non da sottovalutare, l’arrivo a Perth dall’Italia è sicuramente più gestibile sia per ore di volo, noi facendo scalo a Doha abbiamo fatto un volo di 16 ore, sia per il fuso, solo, si fa per dire, di 6 ore nella nostra estate, perciò una partenza del Western Australia è sicuramente più tollerata anche per i bimbi.

Il nostro tour nel Western Australia è stato di 8 giorni, è iniziato a Perth è arrivato fino a Monkey Mia ed è tornato a Perth, facendo tappe differenti fra andata e ritorno, abbiamo viaggiato noleggiando una vettura intermedia con due bimbi di 4 e 7 anni.

Queste le principali tappe nel Western Australia che vi consigliamo:

  • Perth: oltre al solito giro della città vi consigliamo di passare almeno una mezza giornata nel bellissimo Kings Park and Botanic Garden. Un parco di 400 ettari super curato che offre una vista spettacolare sulla città, la possibilità di bellissime passeggiate, con tanto di ponte sospeso, di fermarsi in aree pic nic attrezzate e di far divertire i bambini in playground veramente stupendi, bellissimo il May Drive Parkland. Il giardino botanico permette inoltre di conoscere piante e fiori tipici del territorio australiano, grazie anche a pannelli esplicativi. Tutto gratuito :)!
  • Pinnacles Desert si trova a circa due ore di macchina da Perth, quello che lascia senza fiato di questo deserto sono i colori stupendi, i colori tendenti alle varie tonalità di giallo ti abbagliano, le formazioni rocciose dalle più stravaganti forme, una diversa dall’altra ,che escono da questa sabbia dorata creano un’ambiente surreale che ti sembra catapultare su un altro pianeta. L’ingresso al parco con la macchina costa 12 euro, si può visitare a piedi o in macchina fermandosi lungo il percorso. Il giro è di circa 5 km. Durante il percorso è possibile avvistare cocorite rosa nascoste nei cespugli e vedere in lontananza l’oceano.
  • Pink Lake si trova a pochi km da Port Gregory, è uno dei tanti laghi rosa che è possibile ammirare in Australia, per vederlo meglio occorre percorrere la strada che porta verso Kalbarri o entrare in paese e fare un pezzetto a piedi per ammirarlo un pochino dall’alto.
  • Kalbarri è una piccola cittadina sul mare a circa 600 km da Perth, la porta di ingresso al Kalbarri National Park. Questo parco a noi è veramente piaciuto tantissimo, colori spettacolari, natura rigogliosa e tanti animali in libertà.                                                          Il Kalbarri N.P è suddiviso in due aree, una parte è nell’entroterra, l’altra si affaccia invece direttamente sulla costa. Piccola precisazione a luglio quando siamo stati noi alcuni parte del parco erano chiuse, purtroppo non abbiamo potuto vedere alcuni look out come Nature’s Windows e Z Bend.                                                                                            Nella zona interna abbiamo potuto vedere il bellissimo canyon scavato dal fiume, Hawk’s Head Lookout,  e Ross Graham Lookout, una breve passeggiata per raggiungere il fiume. La parte della costa permette diversi trekking che portano a vari look out con sentieri direttamente sulla scogliera, tenete gli occhi aperti perché con facilità si possono vedere delfini e balene nuotare nell’oceano sottostante. Stupendi i colori, il rosso e l’ocra dell’arenaria che contrastano con il blu dell’acqua e l’azzurro del cielo. I molti sentieri permettono l’accesso anche a molte spiagge, sicuramente piacevoli in estate. Costo d’ingresso al parco 12 $ a veicolo.                                                                                           Piccola nota, la zona intorno alla costa e i prati appena prima di entrare nella cittadina di Kalbarri sono abitati da moltissimi canguri, che all’imbrunire si avvicinano tranquillamente alle case e alla strada principale.
  • Hamelin Pool e Shell Beach nel tragitto che porta da Kalbarri a Monkey Mia troverete le indicazioni per una sosta in questi due particolari luoghi. Hamelion Pool é una riserva marina naturale, dichiarata patrimonio dell’Umanità, qui troverete un pontile che vi permetterà di osservare le stromatoliti, degli organismi viventi che permettono di ripercorrere la storia dell’origine della Terra. L’ideale è visitarla con la bassa marea, vicino a Hamelin Pool vi si trova un caravan park ricco di vecchi reperti, come l’ Old Telegraph Station. La visita richiede circa 30 min.                                                                                    Shell Beach è una bellissima e bianca spiaggia composta da milioni di piccole conchiglie, il mare è limpido e cristallino, un luogo veramente suggestivo che merita assolutamente una fermata.
  • Eagle Bluff: è una bellissima scogliera con passerella dalla quale, se fortunati, è possibile ammirare varie specie marine, fra cui squali, razze e altri pesci, data la perfetta trasparenza dell’acqua. Per raggiungere il punto occorre percorrere circa 3 km di strada sterrata, ma comunque ben tenuta e praticabile con una normale vettura, le indicazioni le trovate ben segnalate sulla strada, la Shark Bay Rd, che porta a Denham arrivando da Shell Beach.
  • Monkey Mia per poter accedere all’area, sia per avvistare i delfini sia per dormire nel complesso, occorre pagare un ingresso di 28,50 euro per famiglie per 24 h. E’ una bellissima area protetta, nella quale ogni mattina intorno alle 7.45 c’è il rituale del dar da mangiare ai delfini, un momento molto strutturato e con vincoli rigidi, questo per non abituare i delfini all’uomo e al cibo facile. I delfini assolutamente liberi nuotano veramente a pochi passi dalla riva e anche durante il giorno è facile vederli e fare il bagno con loro, unica precauzione mai toccarli. Nell’area è anche possibile vedere enormi pellicani, emù e visitare un piccolo museo che spiega la nascita del centro. Se decidete di vedere i delfini noi vi consigliamo di dormire nel resort, le camere sono di più tipologie e per tutte le tasche, all’interno ci sono bar, market e ristoranti. Nella stagione estiva australiana è sicuramente una tappa perfetta per riposarsi e godere delle acque cristalline australiane.
  • Denham: è la città più occidentale dell’Australia, si trova sul mare nella contea di Shark Bay e si presta come un’ottima meta per una sosta pranzo, ha un bellissimo parco giochi sulla spiaggia. A circa 4 km c’è Little Lagoon, una piccola laguna con tavoli da pic nic dove potrete fare uno spuntino in compagnia degli emù. 
  • Greenough: è un piccolo paesino a circa 22 km da Geraldton, conosciuto per i suoi alberi modellati dal vento, veramente particolari, e per essere un luogo in cui si insediarono i primi coloni. Qui abbiamo anche visitato un insediamento di terre agricole del 19th, nell’area si possono visitare 11 edifici: le abitazioni, la chiesa, la scuola, la casa del tribunale e la sala della comunità, uno spaccato di vita che fa comprendere, anche ai bimbi, il senso della non facile vita di chi si trasferiva in un nuovo continente e colonizzava un territorio, tema dire sempre molto attuale. Per entrare all’insediamento troverete un piccolo ristorante, che fa ottime torte, e un piccolo negozio di souvenir. Il costo di entrata è di 8 $ ad adulto e 5$ per i bimbi sopra i 5 anni, sotto i 5$ è gratuito. Questo il sito dell’ insediamento di Greenough
  • Fremantle, una città frizzante a circa 30 minuti da Perth, è una meta assolutamente da visitare, oltre l’interessante ex carcere di cui vi avevamo già parlato QUI, vi consigliamo di fermarvi nel mercato coperto dove troverete un mix di sapori ed oggetti d’artigianato, fare una passeggiata sul lungomare e nelle eleganti strade con edifici in stile coloniale.

  • Considerazioni:

Arrivare in Australia dall’Italia a molti può apparire come un  viaggio lunghissimo, stancante e poco fattibile con bambini piccoli, nel nostro caso sarò che i nostri bimbi sono abituati a viaggiare, ma vi possiamo garantire che il viaggio non è stato assolutamente massacrante ed i bambini come al solito sono stati bravissimi e non hanno patito viaggio e fuso orario.

Un viaggio itinerante in Western Australia è assolutamente sicuro e anche nelle zone più remote ed isolate si incontrano sempre altri viaggiatori o camionisti.

Nella strada che collega Kalbarri a Monkey Mia c’è un unico e solo roadhouse lungo il percorso, qui potrete trovare cibo, benzina e i bagni.

In inverno tenete conto che fa buio molto presto intorno alle 17.30, i negozi e le attrazioni chiudono verso le 17 e si cena entro le 20.30.

Se volete andare a Monkey Mia vi consigliamo di dormire al Monkey Mia Dolphin Resort, si trova già all’interno della riserva, il paese più vicino è Denham a circa 25 km di distanza.

State pensando all’Australia od organizzando un viaggio itinerante?! Allora leggete la nostra folle attraversata in van nell’outback australiano,1600 km da Cape Jervis a Uluru e i nostri consigli di viaggio nella terra dei canguri.

  • Conclusioni:
western australia perth viaggio con bambini

Perth

Il Western Australia offre panorami veramente spettacolari, spiagge bianche e mare cristallino, natura selvaggia, tramonti mozzafiato e la possibilità di vedere moltissimi animali in libertà, niente di meno di altre zone australiane ben più famose!

Francesca&Paolo

 

6 pensieri su “Western Australia da Perth a Monkey Mia

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: