Famiglia tuttofare …in viaggio

Yellowstone National Park

Lo Yellowstone National Park è il più antico parco nazionale del mondo, si trova negli Stati Uniti d’America in prevalenza nello stato del Wyoming, ma anche in parte nel Montana e nell’Idaho. Nei miei on the road sul territorio americano, credo che lo Yellowstone N. P. sia uno dei luoghi che più mi ha colpito ed emozionato.yellowstone National Park

La natura qui è padrona assoluta, Madre Natura ha dato il meglio di sé e di fronte ad alcune attrattive del parco ti senti proprio piccolo piccolo di fronte alla sua maestosità: canyon mozzafiato, cascate, fiumi alpini, geyser, sorgenti termali multicolour e foreste rigogliose. Tutto ciò in un unico luogo! Colori sorprendenti e poi, per mettere la ciliegina sulla torta, si possono vedere tantissimi animali, chi può rimanere indifferente di fronte ad un orso bruno?! O da una mandria di bisonti americani?!

Mi sono chiesta in che modo dare il mio contributo, di racconti su questa bellissima meta ce ne sono tanti, lo Yellowstone è veramente un posto magico, unico, che solo l’esperienza diretta può far comprendere in pieno…e allora mi sono detta facciamolo conoscere tramite tante foto!
Le foto esprimono emozioni,  esprimono l’energia che i posti emanano, esprimono la nostra felicità nel visitare quei posti. Perciò le foto abbonderanno in questo racconto, unite ad alcuni consigli pratici e suggerimenti.

Il Nostro viaggio allo Yellowstone

 

Lo Yellowstone N.P. è stato una tappa del nostro on the road in agosto fra le praterie del South Dakota e del Nebraska e le montagne del Colarado, Montana e Wyoming.

Abbiamo trascorso 4 giorni pieni allo Yellowstone N.P. con due bimbi di 18 mesi e 3 anni, abbiamo dormito una notte a Cody, due a West Yellowstone e una all’interno del parco.

 

 

Le zone principali dello Yellowstone National Park

 

Noi vi consigliamo di dedicare tutto il tempo possibile a questo stupendo parco, l’estensione dello Yellowstone è notevole, ma soprattutto il parco comprende zone molto diverse fra di loro, tutte da scoprire. Tutte le principali attrazioni del parco sono raggiungibili facilmente con l’auto e con brevi tragitti a piedi per giungervi, arrivati alla meta sono inoltre possibili tantissimi sentieri da fare, con gradi di facilità e durata variabile. Noi vi suggeriamo di visitare lo Yellowstone in almeno 5 giorni, soprattutto se intendete fare anche dei trekking, data l’abbondanza di opportunità che il parco offre.

La strada principale è a forma di otto, la Grand Loop, è lunga 142 miglia e divide il parco in due anelli.
Partendo da est (Cody) e andando verso sud-ovest-nord-est, le principali aree visitabili sono:

  • Lake Country,qui troverete il bellissimo Yellowstone Lake, West Thumb e le sue piscine di acqua bollente
  • Geyser Country, con oltre 180 geyser, fra cui l’imponente Old Faithful (controllate all’ufficio del parco a che ora ci sarà il getto d’acqua) e le bellissime sorgenti calde come la Grand Prismatic Spring. La zona è accessibile tramite comode e sicure passerelle.
  • Mammoth Country, qui potete trovare due importanti zone geotermali, Mammoth Hot Springs con la stupenda Minerva Springs e il Norris Geyser Bassin che vi colpirà per i suoi magnifici colori, per le fumarole dal forte odore e per le pozze di fango ribollenti. Nella strada che esce dal parco, verso la North Entrance, c’è una zona lungo la strada (poco dopo il campeggio) in cui molti visitatori fanno il bagno nelle acque del fiume (riscaldate dalle sorgenti calde).
  • Roosevelt Country, la bellissima Lamar River Valley offre la possibilità concreta di vedere diversi animali, qui troverete anche le foreste pietrificate e la Tower Falls
  • Canyon Country, il fiume Yellowstone ha scavato questo bellissimo canyon, che vi colpirà per i suoi colori e per le splendide cascate, Upper e Lower Falls.                                    L’Artist Point credo che sia uno dei luoghi al mondo, visti fino ad ora, che mi abbia più emozionato e colpito per la sua estrema e perfetta bellezza, per i meravigliosi colori che vanno dal bianco ad un intenso rosa salmone passando per tutte le sfumature del giallo e dell’arancione. Bellissimi i sentieri intorno al canyon fattibili anche con bimbi, per i più piccini consiglio però sempre zaino o marsupio.

 

Yellowstone National Park, consigli e suggerimenti:

 

  • Primo suggerimento, godetevi il parco con calma, almeno 4 giorni per vivere in pieno tutte le sue diverse e stupende zone.
  • Noi siamo andati ad agosto e abbiamo trovato pioggia, tanto freddo e pure qualche fiocco di neve al mattino, perciò per sicurezza portatevi qualcosa di pesante e un impermeabile. Di solito le temperature sono estive e con giornate di sole, ma come dire, non sempre è così.
  • Le zone termali del parco hanno colori stupendi dovuti a particolari combinazioni di minerali e forme di vita capaci di sopravvivere a temperature estreme. Questi specchi d’acqua, seppur bellissimi da vedere ed invitanti, sono estremamente pericolosi per le elevate temperature, occorre pertanto rimanere assolutamente sui sentieri e fare molta attenzione con bambini piccoli.
  • Nel parco ci sono tanti percorsi a piedi da fare, ricordatevi però che è zona di orsi bruni, grizzly, bisonti, elk , lupi che potrebbero, in casi estremi, attaccare l’uomo. Nei centri visitatori vendono degli spray scaccia orsi, se volete camminare soprattutto con bimbi, noi ve li consigliamo! I ranger a noi hanno anche consigliato di fare rumore, parlando o canticchiando, lungo i sentieri per avvisare eventuali animali del nostro passaggio. Tenete presente almeno 25 metri di distanza per alci e bisonti, 100 mt per orsi e lupi. Quando viene avvistato un grizzly normalmente il sentiero viene temporaneamente chiuso e un ranger vigila per garantire la sicurezza del visitatore. Gli animali sono facilmente visibili nella Lamar Valley e Hayden Valley.
  • Se cercate un po’ di civiltà, intorno allo Yellowstone troverete cittadine semplici, ma molto caratteristiche, come Jackson e Cody. Cody è la tipica cittadina western, patria di origine di Buffalo Bill, e capitale mondiale del rodeo.

    Jackson

  • Per vedere dall’alto la Grand Prismatic Spring e i suoi bellissimi colori occorre prendere un sentiero, che inizia dal parcheggio della Fairy Falls, e che prevede una piccola arrampicata in salita sulla collinetta di fronte alla sorgente calda.
  • Le migliori ore per godere del parco in tranquillità, e poter anche vedere più facilmente alcuni animali, sono sicuramente la mattina presto, 6/9, e la sera verso il tramonto, 18/21.
  • Dormire dentro al parco, almeno una notte, è proprio una bella esperienza, occorre però prenotare con largo anticipo sul sito del parco. Se non trovate disponibilità non disperate…noi dall’Italia avevamo trovato tutto pieno, ma controllando sul sito, nei giorni in cui eravamo nel parco, abbiamo trovato una camera libera! Fortunatamente per noi, qualcuno ha disdetto :).
  • Le strade del parco sono buone, con limiti di velocità adeguati alla fauna che vi abita, tenetene conto per organizzare il vostro itinerario e rispettateli per evitare multe e non correre il rischio di investire qualche animale.

Per qualsiasi informazione sullo Yellowstone consultate il sito del Parco. Leggete invece questo nostro articolo, se cercate informazioni su come organizzare un viaggio negli Stati Uniti.

Al prossimo viaggio 🙂

Francesca&Paolo

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: